Ogni giorno emergono nuovi modelli intorno alla tecnologia blockchain. Uno dei più grandi disruptori è la tokenizzazione di attivi (asset tokenization), che potrebbe cambiare completamente il modo in cui vediamo l’industria finanziaria. Attualmente, ci sono trilioni di dollari bloccati in beni che non possono essere estratti o ai quali c’è un accesso straordinariamente limitato. Mercati come quello immobiliare, dell’arte, della proprietà intellettuale e delle risorse scarse e preziose sono prevalentemente di proprietà degli investitori istituzionali, lasciando poco spazio agli investitori minoritari per investire in questi mercati. In altre parole, agli investitori minoritari rimane solo l’opzione di investire nei mercati di debito o delle azioni, dove c’è un’alta volatilità e rischio.

È qui che entrano in gioco la tokenizzazione di attivi e Brickken. Attraverso Security Token Offerings (STOs), Brickken può aprire nuovi mercati a chiunque nel mondo, permettendo al capitale disponibile di fluire in mercati illiquidi, aprendo un mondo di opportunità. Come le Security Token Offerings e l’asset tokenization sono collegate è qualcosa che sarà discusso nelle sezioni seguenti.

In questo momento è importante stabilire, che con questi due meccanismi, chiunque potrebbe investire in attivi che non ha mai immaginato prima. Le persone non hanno più bisogno di ricorrere solo al mercato azionario, o alle criptovalute, perché non hanno capitali grandi abbastanza da investire in beni come gli immobili. Con questi due meccanismi, chiunque con qualsiasi quantità di capitale può guadagnare profitti basati sulla performance dell’asset del mondo reale in cui ha scelto di investire.

In questo momento è importante stabilire, che con questi due meccanismi, chiunque potrebbe investire in attivi che non ha mai immaginato prima. Le persone non hanno più bisogno di ricorrere solo al mercato azionario, o alle criptovalute, perché non hanno capitali grandi abbastanza da investire in beni come gli immobili. Con questi due meccanismi, chiunque con qualsiasi quantità di capitale può guadagnare profitti basati sulla performance dell’asset del mondo reale in cui ha scelto di investire.

Che cos’è la tokenizzazione?

L’asset tokenization è il modo in cui qualsiasi bene del mondo reale, tangibile o intangibile, viene digitalizzato e poi diviso in parti più piccole che prendono la forma di token. In senso lato, un token è fondamentalmente una rappresentazione di qualcos’altro, e in questo caso, ogni token rappresenta una parte proporzionale del bene digitalizzato. Questo significa anche che il proprietario del token può esercitare il suo diritto di proprietà o altri diritti. Le possibilità per la tokenizzazione sono infinite, e a Brickken piace dire che ”il mondo può essere tokenizzato”, con questo si intende che letteralmente qualsiasi cosa può essere digitalizzata e divisa in parti più piccole, da beni fisici come beni immobili o arte, a strumenti finanziari come debito, azioni, obbligazioni, titoli e altro.

Quindi, ora vi starete chiedendo come le Security Token Offerings e l’asset tokenization siano collegate. Beh, la risposta è molto semplice, perché una volta che un asset è stato digitalizzato e diviso in tante parti quante necessarie, che prendono la forma di token (asset tokenization), allora viene emessa un’offerta in modo che chiunque nel mondo, in qualsiasi momento e da qualsiasi posto, possa acquistare i token emessi (Security Token Offerings). La ragione per cui si chiama Security Token Offering è perché viene utilizzata la tecnologia blockchain e la creazione di questo specifico tipo di token, questi vengono eseguiti in contratti intelligenti e questo è possibile solo su una blockchain. Token e contratti intelligenti sono qualcosa che discuteremo nella sezione “Tecnologia Blockchain e tokenizzazione degli asset”.

Ora che abbiamo collegato entrambi i concetti, possiamo spiegare quali sono i vantaggi dell’asset tokenization, essendo uno dei suoi maggiori vantaggi la possibilità di abbattere le barriere all’ingresso per gli investitori minoritari, come è per esempio diminuire la necessità di investire grandi budget. Facciamo un esempio per spiegare meglio cosa intendiamo.

Un investitore potrebbe pensare di entrare nel mercato immobiliare e sarebbe interessato a un un edificio che costa un milione di euro. L’investitore sa che l’edificio si trova in una posizione privilegiata il cui valore può solo aumentare nei prossimi anni. Il ticket d’ingresso è molto alto, quindi o ha una grande quantità di liquidità da investire, o una garanzia per ottenere un prestito da una banca per poter investire nel suddetto immobile. Questi due fattori, oltre ad essere una barriera, possono diventare problemi per un tale investitore. Da un lato, impiegare grandi quantità di capitale può generare problemi in futuro nel caso in cui si abbia bisogno di liquidità e, dall’altro, iniziare ad usare strumenti di debito significa entrare in una posizione di debito, che aggiunge il problema aggiuntivo di dover pagare gli interessi sul denaro richiesto, e di doverlo restituire tutto entro il termine stabilito.

Con l’asset tokenization, l’edificio può essere diviso in tante parti quante sono necessarie, così l’edificio da 1 milione di euro è ora rappresentato in 10.000 token del valore di 100 euro ciascuno. Questo ticket d’ingresso è più adatto all’investitore, dato che non deve indebitarsi o fare “trucchi di magia” per ottenere il capitale da investire in quello che considera un investimento redditizio. Con questo piccolo ticket d’ingresso, ora ha facilmente accesso all’investimento e decide di comprare 100 token per ottenere un ritorno proporzionale alla performance dell’edificio da 1 milione di euro.

La performance dell’edificio può essere legata al fatto che l’edificio venga affittato o noleggiato, ottenendo così profitti su base ricorrente, che vengono distribuiti tra tutti i possessori di token, o perché l’edificio venga trasformato, per cui vengono fatti lavori di ristrutturazione sull’edificio per aumentarne il valore e venderlo a un prezzo superiore a quello per cui è stato acquistato; anche in questo caso i profitti vengono distribuiti tra i possessori di token in maniera uniforme in relazione alla quantità di token posseduta. Questi sono solo esempi di come si potrebbe sfruttare l’edificio per avere una plusvalenza, ma ci sono molti altri modi in cui un edificio potrebbe diventare redditizio per gli investitori. L’unica cosa importante da tenere a mente è che non importa quale modello sia usato per fare profitti, l’importante è che i profitti siano distribuiti proporzionalmente tra i proprietari dei token.

Per mostrare un esempio, abbiamo diviso l’edificio da 1 milione di euro in 10.000 blocchi, ma in realtà si potrebbe dividere l’edificio in 1 milione di gettoni del valore di 1 euro ciascuno per ridurre ulteriormente il ticket d’ingresso. In questo caso, le persone dovranno valutare se preferiscono prendere un caffè nella loro caffetteria preferita o comprare un token per guadagnare un profitto basato sulla performance dell’attivo digitalizzato e tokenizzato del mondo reale.

Per mostrare un esempio, abbiamo diviso l’edificio da 1 milione di euro in 10.000 blocchi, ma in realtà si potrebbe dividere l’edificio in 1 milione di gettoni del valore di 1 euro ciascuno per ridurre ulteriormente il ticket d’ingresso. In questo caso, le persone dovranno valutare se preferiscono prendere un caffè nella loro caffetteria preferita o comprare un token per guadagnare un profitto basato sulla performance dell’attivo digitalizzato e tokenizzato del mondo reale.

Vantaggi della tokenizzazione degli asset

Indubbiamente, la capacità di abbassare le barriere all’entrata e dividere un bene del mondo reale in tutte le parti necessarie, che prendono la forma di token e che possono essere acquistati da chiunque, ovunque e in qualsiasi momento, è il beneficio più dirompente. Tuttavia, non è l’unico vantaggio, quindi ricapitoliamo e spieghiamo più in dettaglio come l’asset tokenization cambia le regole del gioco:

  1. La tokenizzazione degli attivi permette una maggiore liquidità permessa dalla frazione dei beni e dalla possessione parziale degli stessi, il che implica anche la possibilità di esercitare azioni su queste singole parti. Questo viene generato abbassando le barriere all’entrata per gli investimenti, e permettendo a una gamma più ampia di persone di investire in diverse attività. In mercati tradizionalmente illiquidi, per esempio, beni immobili, belle arti o risorse scarse e preziose, questa tecnologia può aiutare i venditori a trovare una controparte con cui transigere più facilmente, poiché ci sono più potenziali acquirenti con cui interagire. Non solo aumenta l’accesso a tutte le tipologie di investitori riducendo gli alti prezzi dei ticket, ma permette a chiunque di investire da qualsiasi parte del mondo e in qualsiasi momento.
  2. La tokenizzazione degli attivi permette una maggiore liquidità permessa dalla frazione dei beni e dalla possessione parziale degli stessi, il che implica anche la possibilità di esercitare azioni su queste singole parti. Questo viene generato abbassando le barriere all’entrata per gli investimenti, e permettendo a una gamma più ampia di persone di investire in diverse attività. In mercati tradizionalmente illiquidi, per esempio, beni immobili, belle arti o risorse scarse e preziose, questa tecnologia può aiutare i venditori a trovare una controparte con cui transigere più facilmente, poiché ci sono più potenziali acquirenti con cui interagire. Non solo aumenta l’accesso a tutte le tipologie di investitori riducendo gli alti prezzi dei ticket, ma permette a chiunque di investire da qualsiasi parte del mondo e in qualsiasi momento.
  3. La tokenizzazione degli asset può esistere solo utilizzando la tecnologia blockchain e quindi questo significa che viene utilizzata un’infrastruttura condivisa tra tutti i partecipanti. Inoltre, il fatto che sia decentralizzato, significa che non richiede una terza parte (intermediario) involucrata, quindi i costi di transazione sono notevolmente ridotti. Questa decentralizzazione migliora l’efficienza quando si eseguono azioni, poiché la mancanza di un intermediario significa che si possono creare automazioni quando si regolano le transazioni. Queste transazioni, che potrebbero richiedere ore o giorni, ora possono essere fatte in pochi secondi, permettendo ai mercati stessi di diventare più snelli e meno costosi riducendo i costi in termini di tempo.
  4. Un altro vantaggio ben noto dell’uso di blockchain come tecnologia sottostante è la sua trasparenza intrinseca, poiché chiunque in qualsiasi momento può vedere le transazioni effettuate su una blockchain. Qui è importante differenziare che quando si agisce su una blockchain pubblica, l’identità delle parti che eseguono la transazione deve essere anonimizzata, e su una blockchain privata, questo non è necessario fino a quando è conforme alle norme applicabili sulla protezione dei dati. Tuttavia, l’importanza di essere in grado di rivedere le transazioni permette una maggiore tracciabilità e fornisce fiducia, in quanto chiunque può vedere il punto di origine e tutte le transazioni successive effettuate, rendendo la prova della proprietà una qualità implicita quando si tokenizzano i beni.
  5. Un altro vantaggio ben noto dell’uso di blockchain come tecnologia sottostante è la sua trasparenza intrinseca, poiché chiunque in qualsiasi momento può vedere le transazioni effettuate su una blockchain. Qui è importante differenziare che quando si agisce su una blockchain pubblica, l’identità delle parti che eseguono la transazione deve essere anonimizzata, e su una blockchain privata, questo non è necessario fino a quando è conforme alle norme applicabili sulla protezione dei dati. Tuttavia, l’importanza di essere in grado di rivedere le transazioni permette una maggiore tracciabilità e fornisce fiducia, in quanto chiunque può vedere il punto di origine e tutte le transazioni successive effettuate, rendendo la prova della proprietà una qualità implicita quando si tokenizzano i beni.

Avendo spiegato cos’è l’asset tokenization e quali sono i suoi benefici, ora possiamo andare oltre e spiegare perché nasce Brickken, e perché ci consideriamo la nuova era degli investimenti.

Brickken – La nuova era degli investimenti

Brickken è stata fondata sull’idea che la tokenizzazione degli asset è possibile attraverso la Security Token Offerings, e che utilizzando questo specifico tipo di tecnologia e modello di business, diventa il ponte tra i proprietari degli asset e gli investitori. L’idea principale è quella di cambiare il settore finanziario e creare la nuova era degli investimenti. Attualmente, le persone hanno poche opzioni per impiegare il loro capitale, o si affidano a strumenti di debito o azionari, che sono ad alto rischio e possono essere molto volatili, o conservano i propri soldi in un conto di risparmio che fornisce loro quasi 0% di interesse. Pertanto, era necessario fornire l’accesso a chiunque per investire in beni come immobili, arte, o risorse preziose e scarse il cui valore aumenta nel tempo; sono strumenti redditizi e, per le loro caratteristiche intrinseche, sono meno volatili degli strumenti di debito e di capitale.

In poche parole, abbiamo stabilito che l’obiettivo di Brickken è quello di aprire nuovi mercati al mondo attraverso la tokenizzazione degli asset. Nello stesso modo in cui le aziende passano attraverso le IPO per ottenere liquidità, e offrono dividendi ai loro azionisti, lo stesso può accadere con gli asset, e invece di ottenere dividendi, i proprietari dei token ottengono il guadagno proporzionale dalla performance degli asset digitalizzati.

Inoltre, e grazie all’uso della tecnologia blockchain, porteremo efficienza al mercato fornendo automazione, trasparenza, tracciabilità e una piattaforma 24/7 dove i proprietari degli asset e gli investitori possono interagire tra loro. La tokenizzazione degli asset dovrebbe prevedere semplicità delle transazioni, rendendole fluide e senza ostacoli, questo per Brickken è sempre stato uno delle caratteristiche principali.

Inoltre, e grazie all’uso della tecnologia blockchain, porteremo efficienza al mercato fornendo automazione, trasparenza, tracciabilità e una piattaforma 24/7 dove i proprietari degli asset e gli investitori possono interagire tra loro. La tokenizzazione degli asset dovrebbe prevedere semplicità delle transazioni, rendendole fluide e senza ostacoli, questo per Brickken è sempre stato uno delle caratteristiche principali.

Il processo di tokenizzazione degli asset

Brickken ha stabilito un processo completo per la tokenizzazione degli asset. Il modo in cui è stato impostato è stato quello di fornire certezza e fiducia a tutti i potenziali acquirenti dei diversi token. Quando qualcuno vuole tokenizzare un suo bene, in modo che sia diviso in parti più piccole o token che chiunque possa acquistare, deve prima coinvolgere il team di gestione di Brickken per vedere la fattibilità della tokenizzazione. Quindi, ripassiamo insieme i diversi passi necessari per poter tokenizzare un asset.

In primo luogo, il bene stesso deve essere analizzato. Si tratta di un bene immobile tokenizzato molto diverso da un dipinto o da una risorsa scarsa e preziosa come l’oro. Nell’esempio dell’oro, c’è già un mercato per esso, quindi il suo valore e la sua validità sono ben stabiliti nel mercato, ma che cosa succede se qualcuno vuole monetizzare un’auto antica? In questo caso, una valutazione della vecchia auto deve essere fatta per stabilire il suo prezzo corretto, che sarà utilizzato per vincolare i token.

I token di Brickken sono emessi sotto forma di stablecoin, che sono criptovalute stabili perché sono legate a un bene specifico, che in questo esempio sarebbe la vecchia auto valutata da un esperto indipendente. Le stablecoin differiscono da altri tipi di monete perché sono meno volatili a causa del loro vincolo con un asset reale, questo riduce notevolmente il fattore rischio dei movimenti volatili che si verificano in altri tipi di criptovalute come Bitcoin o azioni societarie.

Una volta fatta la valutazione, il contratto intelligente (smart contract) dev’essere creato, questo sarà spiegato più in dettaglio nella sezione “Tecnologia Blockchain e tokenizzazione degli asset”. Il prezzo e il numero di token emessi devono corrispondere al prezzo e alla valutazione dell’asset. Inoltre, si deve decidere quale modello di business governerà l’emissione del token, per esempio, dipende se l’obiettivo è quello di tokenizzare un prestito, dividere il bene in un modello di co-proprietà o di cessione dei diritti. Inoltre, i diritti che gli investitori otterranno devono essere definiti nei termini e condizioni che saranno incorporati nel token stesso.

Il primo passo però è quello che la gente ha definito come tokenomics, la scienza dell’economia dei token. Questa scienza copre tutti gli aspetti della creazione dei token, dalla gestione dei token all’uso dei token stessi. Nel caso di Brickken, la tokenomics si applica a come viene generato lo smart contract, dato che bisogna inserire quanti token esisteranno, quale sarà il loro valore di emissione, e anche quali sono i benefici dichiarati che attireranno gli investitori; per esempio, il proprietario del bene sta concedendo equity e diritti, o sta cercando uno scenario di condivisione dei profitti/dividendi?

Finora abbiamo stabilito come funziona l’asset tokenization da un punto di vista tecnico ed economico, ma che dire della sua legalità? Questo è il prossimo passo da affrontare quando si lavora con la tokenizzazione degli asset, il quadro giuridico deve essere stabilito. Alcune delle domande a cui bisogna rispondere quando si crea la struttura legale hanno a che fare con il bene stesso, in termini di dove si trova, chi sarà responsabile della sua revisione e valutazione, a quali condizioni, quali sono le garanzie date dal proprietario del bene per proteggere gli investimenti fatti da tutti gli acquirenti del token, chi sarà responsabile della gestione del bene, e così via.

Finora abbiamo stabilito come funziona l’asset tokenization da un punto di vista tecnico ed economico, ma che dire della sua legalità? Questo è il prossimo passo da affrontare quando si lavora con la tokenizzazione degli asset, il quadro giuridico deve essere stabilito. Alcune delle domande a cui bisogna rispondere quando si crea la struttura legale hanno a che fare con il bene stesso, in termini di dove si trova, chi sarà responsabile della sua revisione e valutazione, a quali condizioni, quali sono le garanzie date dal proprietario del bene per proteggere gli investimenti fatti da tutti gli acquirenti del token, chi sarà responsabile della gestione del bene, e così via.

Questo è probabilmente uno dei fattori più importanti coperti da Brickken, stabilisce il quadro giuridico per la tokenizzazione degli asset. Questo non è solo necessario per proteggere gli interessi degli investitori, ma anche per garantire una transazione senza ostacoli in modo che il proprietario del bene possa ricevere i fondi richiesti per sfruttare il proprio patrimonio nel modo più semplice possibile. Brickken gestisce tutti i contratti legali necessari per la tokenizzazione, e dato che uno dei pilastri più importanti è garantire una facile esperienza all’utente, abbiamo convertito questo tedioso processo in un semplice percorso che va dall’acquisto di token, fino a come deve essere eseguita la legalità dell’asset tokenization.

Infine, e come abbiamo detto prima, Brickken vuole convertirsi nella nuova era degli investimenti, e perché questo accada ha bisogno di diventare una fonte di fiducia sia per i proprietari degli asset che per gli investitori. Per questo motivo, Brickken studia continuamente tutte le possibili normative applicabili, utilizzando processi interni per conformarsi sulle nuove legislazioni, coinvolgendo diversi gruppi di esperti per capire meglio la situazione attuale delle Security Token Offerings e dell’asset tokenization con il fine di rispettare sempre la legge.

Una volta stabilito cos’è la tokenomics e come Brickken copre il fattore legalità, il passo finale per l’asset tokenization sarebbe il lancio del token sulla piattaforma Brickken. Una volta che sarà attivo, chiunque potrà registrarsi e unirsi alla piattaforma per iniziare a comprare token e iniziare a guadagnare un reddito passivo. Discuteremo il processo di acquisto dei token nella prossima sezione.

Come si può investire in attività tokenizzate?

Per investire in attività tokenizzate in modo efficiente, è necessario accedere ad un team di specialisti che padroneggino tecnologia, rispettino la legge e diano la priorità alla protezione degli investitori. Brickken è l’unica azienda che soddisfa questi criteri: è composta da un team di specialisti con una profonda esperienza negli investimenti, il giusto acume legale per proteggere tutti i suoi investitori e rispettare pienamente la legge, ed un team di esperti di tecnologia che hanno progettato, costruito e lanciato una piattaforma rivoluzionaria che unisce proprietari e investitori di tutto il mondo.

La piattaforma Brickken e la registrazione degli utenti

Brickken è la principale piattaforma di investimento per asset tokenizzati. Attraverso la nostra piattaforma, è possibile investire in una ampia varietà di classi di attività con diversi profili di rischio e rendimenti che possono soddisfare il vostro appetito di investimento. Si può investire in beni immobili come immobili residenziali, industriali o commerciali; investire in quadri famosi di artisti rinomati; o anche investire in progetti di infrastrutture come beni di energia rinnovabile. Nuovi mercati in tutto il mondo si stanno aprendo davanti ai vostri occhi.

Per accedere a tutte queste opportunità di investimento, prima di tutto ci si deve unire alla comunità di Brickken e completare il processo di registrazione dell’utente.

KYC/AML

In Brickken, la nostra priorità è la protezione della nostra comunità di investitori. Per garantire questo, ogni nuovo utente deve sottoporsi a un rigoroso processo di Know Your Customer (KYC) e Anti-Money Laundering (AML). Basta registrarsi come nuovo investitore sulla nostra piattaforma e seguire le istruzioni, fornire la documentazione richiesta e aspettare che uno dei membri del nostro team la approvi. Poiché la legalità è di fondamentale importanza per noi, abbiamo stabilito questo processo rigoroso nel caso in cui un ente pubblico di regolamentazione richieda informazioni o controlli Brickken per stabilire la sua conformità alla legge. Tutte le informazioni richieste sono quelle richieste dalla legge; non aggiungiamo alcuna restrizione oltre a ciò che è strettamente necessario.

Poiché raccoglieremo le tue informazioni e sappiamo quanto siano importanti per te, seguiamo le procedure del Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) per proteggere i tuoi dati personali. Pertanto, abbiamo stabilito processi interni volti a proteggere e salvaguardare le vostre informazioni personali.

Depositare denaro (carte di debito, bonifico bancario, ecc.)

Una volta che il tuo account è stato verificato e approvato sei pronto a investire in beni tokenizzati. Brickken ha sviluppato una piattaforma che accetta sia valute fiat che criptovalute. Nel caso in cui tu voglia transare in fiat, completa i dettagli del tuo conto bancario e inizia a investire con soli 100€. Lavoriamo con un rigoroso fornitore di Point of Sale (POS), per salvaguardare il tuo denaro. Nel caso in cui tu voglia interagire con le criptovalute, completa la procedura Know Your Customer (KYC), e noi ti forniremo il wallet dove inviare le criptovalute. In Brickken, vogliamo fornire il maggior numero di opportunità ai nostri investitori perché possano partecipare alla rivoluzione dell’industria finanziaria.

Requisiti di capitale

Per iniziare a investire in attività tokenizzate, non hai bisogno di grandi quantità di capitale. Puoi iniziare a investire in attività che altrimenti sarebbero accessibili solo agli investitori istituzionali, come le grandi aziende o le banche. Ora puoi diventare un investitore in un edificio in città come New York, Londra o Madrid, o puoi diventare uno dei proprietari di una delle opere d’arte del tuo artista preferito. Forse vorresti far parte della rivoluzione verde e iniziare a investire in parchi solari nel sud della Spagna o dell’Italia e ricevere dividendi regolari dalle vendite di energia rinnovabile.

La parte migliore è che si può iniziare con soli 100€. Come abbiamo esposto nella sezione “Che cos’è la tokenizzazione degli asset”, la tokenizzazione permette di dividere ognuno di questi asset in tante parti quante sono necessarie, che prendono la forma di token, permettendo a tutti gli investitori di accedere a innumerevoli nuovi mercati in tutto il mondo.

Protezione degli investitori

È una priorità che Brickken diventi una fonte affidabile e per questo abbiamo stabilito un processo completo per ciò che può essere tokenizzato e come l’asset tokenization dovrebbe essere eseguita. Si prega di rivedere la sezione “The Asset Tokenization Process” per capire meglio cosa fa Brickken per proteggere gli investitori.

Infine, è importante dire che proteggiamo ulteriormente l’investitore non avendo accesso a nessuno dei fondi depositati sulla piattaforma. Questo denaro è conservato in un wallet creato per ogni investitore dal nostro fornitore di Point of Sale Terminal (POS), che ha una licenza di moneta elettronica per operare.

Deposito di garanzia

Come menzionato sopra, la protezione degli investitori è una priorità assoluta per Brickken. Per proteggere il capitale di ogni investitore, il suo denaro sarà messo in un conto di garanzia.

Un conto fiduciario è uno strumento per cui il denaro degli investitori sarà ritenuto da una terza parte indipendente (Escrow account) che terrà il capitale al sicuro fino a quando una transazione sarà completata. Come spiegato sopra, Brickken non ha accesso a nessuno dei fondi depositati sulla piattaforma, dipende direttamente da un’entità regolamentata che è autorizzata a gestire i pagamenti elettronici. Questa stessa entità fornisce il conto fiduciario.

I conti di deposito a garanzia riceveranno e deterranno il capitale di tutti gli investitori in modo sicuro fino a quando l’intero aumento di capitale richiesto sarà raggiunto e la “due diligence” sul bene target sarà stata completata. Se alla fine del processo entrambi i criteri saranno soddisfatti, il denaro verrà rilasciato al proprietario dell’asset in questione e gli investitori riceveranno i loro token corrispondenti.

Due diligence

Come abbiamo esposto nella sezione “Il processo di tokenizzazione degli asset”, ogni asset disponibile sulla piattaforma Brickken è stato sottoposto a un rigoroso processo di due diligence.

La due diligence è il processo attraverso il quale ogni attività disponibile è sottoposta a un’indagine approfondita per corroborare che tutte le caratteristiche fattuali e dettagliate dell’investimento target siano effettivamente accurate. L’elenco delle aree che vengono investigate nell’ambito di un processo di due diligence potrebbe includere quanto segue: revisione finanziaria, fiscale e contabile; revisione delle previsioni di performance future; analisi della concorrenza di mercato; indagine legale dei contratti dell’asset, contenziosi potenziali o in corso e valutazione dei subappaltatori esistenti o altre relazioni di terze parti; revisione tecnica dei componenti dell’asset per assicurare che, tra gli altri, non ci siano danni strutturali, costruzione impropria, pericoli, ecc. (l’elenco non è esaustivo e varia a seconda del bene in esame).

Il processo di due diligence è fondamentale per garantire che i rendimenti finanziari attesi dell’asset (sotto forma di plusvalenze, dividendi o distribuzioni in contanti) siano il più accurati possibile e che i rischi per gli investitori siano minimizzati.

Term sheet e termini e condizioni di investimento

Brickken metterà a disposizione dei suoi utenti molteplici opportunità di investimento, in diverse classi di attività, ciascuna con caratteristiche diverse e diversi profili di rischio-rendimento. Pertanto, è importante che ogni potenziale investitore legga attentamente la documentazione dell’attività target e comprenda le caratteristiche dell’investimento, come il periodo di detenzione raccomandato, il rendimento target dell’attività, i rischi associati ai rendimenti target, la forma di questi rendimenti (ad esempio, se distribuzioni regolari o una plusvalenza in uscita), i diritti e gli obblighi di ogni investitore, ecc.

Mercato secondario

Poiché gli investitori acquisteranno token che rappresentano una quota proporzionale di un dato bene, possono interagire con questi token acquistandone altri da altri proprietari di token o vendendoli a terzi. Stiamo usando i token ERC20 che permettono agli investitori di ritirare i loro token dalla piattaforma e conservarli nei loro portafogli elettronici personali o usarli per interagire su altre piattaforme o mercati. Il nostro obiettivo è quello di fornire infinite possibilità ai nostri investitori, quindi consigliamo di rivedere la sezione “Tecnologia Blockchain e tokenizzazione degli asset” per maggiori informazioni sulla tecnologia e sul token ERC20.

Tariffe di Brickken

Brickken crede nell’allineamento totale degli interessi tra le parti. Pertanto, per garantire che gli interessi di ogni investitore siano completamente allineati con gli interessi di Brickken, sarà Brickken l’effettivo gestore del patrimonio e applicherà una commissione annuale sotto forma di una percentuale dei proventi del patrimonio.

In questo modo, è nell’interesse di Brickken massimizzare il reddito del bene, che allo stesso tempo massimizza le distribuzioni agli investitori. Poiché i ricavi sono massimizzati, è probabile che anche i guadagni siano più alti, generando così flussi di cassa liberi più elevati che possono poi essere distribuiti ai proprietari dei gettoni. Inoltre, gli attivi che generano maggiori flussi di cassa liberi saranno anche più preziosi per i potenziali acquirenti, e questo si tradurrebbe in un aumento dell’enterprise value dell’attivo. Un valore d’impresa più alto aumenterà il prezzo di vendita del bene in caso di cessione, aumentando così anche una potenziale plusvalenza per gli investitori.

Tecnologia Blockchain e tokenizzazione degli asset

Come abbiamo detto prima, la tokenizzazione è il processo di dividere un bene del mondo reale in piccoli pezzi digitali intelligenti chiamati token. Ogni token è una rappresentazione digitale di una parte di un bene. Il vantaggio di fare questo è la capacità di trasferire, comprare e vendere quei token, e dimostrarne la proprietà. In questo modo, qualsiasi bene del mondo reale può essere usato per creare nuove opportunità di mercato. Negli ultimi anni, la tecnologia blockchain ha guadagnato trazione ed è ora la soluzione ampiamente adottata per eseguire la tokenizzazione. Il vantaggio principale dell’uso di blockchain è quello di beneficiare della sicurezza e dei livelli di trasparenza che porta intrinsecamente.

La tecnologia Blockchain può essere pensata per i nostri scopi come un libro mastro pubblico condiviso dove tutti possono scrivere e verificare le transazioni. La tokenizzazione in blockchain avviene attraverso i contratti intelligenti. I contratti intelligenti sono piccole applicazioni eseguibili che risiedono sul libro mastro condiviso, ed eseguono le loro istruzioni programmate ogni volta che vengono attivate da una transazione che si verifica sulla blockchain.

Ogni token ha uno smart contract associato che ha tutte le istruzioni per gestire qualsiasi aspetto del token: tracciare i saldi, fare trasferimenti, permettere acquisti e vendite, e qualsiasi funzionalità che può essere aggiunta opzionalmente.

Attualmente, una delle più grandi blockchain pubbliche esistenti è Ethereum, che ha forgiato il concetto di contratti intelligenti, ed è la piattaforma più ampiamente adottata per l’uso in applicazioni moderne. Al momento della scrittura, secondo Etherscan ci sono oltre 300.000 contratti intelligenti, ciascuno associato a un token differente.

Per garantire la compatibilità tra tutti questi token, sono stati creati diversi standard. Se lo smart contract di un token è impostato su uno standard, gli sviluppatori possono creare applicazioni che si applicano a tutti i token che aderiscono allo stesso standard, permettendo la piena compatibilità. Gli standard tipici dei token di Ethereum sono ERC20 e ERC721 (rispettivamente token fungibili e non fungibili).

In Brickken, usiamo la tecnologia blockchain per eseguire le tokenizzazioni e aderiamo ai principali standard adottati dalla comunità più ampia sul mercato. Offriamo opzioni per l’esecuzione su blockchain pubblica e privata, entrambe con gli stessi standard. Lavoriamo anche con blockchain non compatibili con Ethereum, come Stellar. Con la nostra tecnologia, qualsiasi bene del mondo reale può essere collegato a un contratto smart token che definisce più token in cui il bene è diviso. Questi token possono essere venduti, acquistati, trasferiti, depositati e ritirati dentro e fuori la piattaforma. I token relativi a un asset possono essere scambiati con token associati a un asset completamente diverso, aprendo la porta a molte nuove possibilità di mercato. L’intero sistema gira su una piattaforma scalabile e robusta, che semplifica e riduce l’attrito che gli utenti percepiscono quando usano le applicazioni blockchain.

Il nostro obiettivo è quello di fornire uno strumento che possa creare nuovi percorsi e flussi nel mercato utilizzando la tokenizzazione come un ponte tra i beni del mondo reale e le opportunità di trading digitale. Abbiamo una tecnologia robusta e processi semplificati, quindi i nostri clienti non devono preoccuparsi di come funziona, o della sicurezza delle transazioni, devono solo pensare a ottenere guadagni passivi associati ai propri token e alle performance degli asset digitalizzati e tokenizzati. Abbiamo creato un’interfaccia utente molto intuitiva che rende l’acquisto e la vendita di token incredibilmente semplice. Con un paio di clic, è possibile unirsi alla nuova era di investimento e godere dei benefici della tokenizzazione degli asset.

Come funziona l’asset tokenization per il settore immobiliare?

La tokenizzazione dei beni immobiliari consiste nel prendere una proprietà e dividerla in piccole parti con uguali diritti e valore. È simile a prendere un’azienda privata e sottoporla a un’offerta pubblica iniziale (IPO) sul mercato azionario.

Quando una società privata viene resa pubblica, significa che chiunque nel mondo può comprare le azioni della società, che è il modo in cui la società è divisa e di solito ce ne sono migliaia. Ogni azione ha gli stessi diritti e lo stesso valore di tutte le altre azioni. In altre parole, ogni azione rappresenta lo stesso livello di proprietà dell’azienda. Un investitore può acquistare queste azioni e diventare proprietario della società. Diventando proprietario della società, l’investitore avrà diritto agli utili della società e li riceverà sotto forma di dividendi.

La tokenizzazione dei beni immobiliari è molto simile al rendere pubblica una società privata. Un investitore può acquisire token di una proprietà e diventare proprietario della proprietà tokenizzata nella proporzione di token acquisiti su tutti i token disponibili, o ottenere diritti associati a quella proprietà. Acquistando questi token, l’investitore avrà diritto ai profitti della proprietà, che saranno poi distribuiti a tutti i proprietari di token in modo proporzionale. Per esempio, se possiedi l’1% di una proprietà tokenizzata, riceverai periodicamente l’1% dei profitti della proprietà.

Quindi come funziona l’asset tokenization per il settore immobiliare?

Il processo di tokenizzazione di un bene immobiliare è pienamente conforme alla legge e non è una novità. Il concetto di base dell’acquisizione di una proprietà tra più di una persona è abbastanza comune a tutti. La tokenizzazione aggiunge semplicemente un livello tecnologico a questo concetto. Detto diversamente, non abbiamo reinventato la ruota, l’abbiamo ottimizzata.

Per esempio, tre fratelli e sorelle possono decidere di comprare una casa tra di loro. Potrebbero decidere di affittarlo a qualcun altro e dividere il ricavato di conseguenza. Questo è letteralmente il concetto che sta alla base di questo processo.

Il problema principale di questo approccio è la rigidità che domina l’intero processo. Devi trovare il bene che vuoi acquisire, il che a sua volta significa che questo bene deve essere in vendita (non si può obbligare il proprietario a vendere). Dovete trovare le persone con le quali acquisire il bene e avrete bisogno del capitale per acquisirlo. Le limitazioni sono ovvie, hai bisogno di un capitale significativo per acquisire una proprietà o hai bisogno conoscere persone con un capitale sufficientemente grande e delle quali hai abbastanza fiducia per riuscire a fare affari con loro. L’ultima cosa che si vuole, è mettere i propri risparmi, sudati duramente, nelle mani di qualcuno che potrebbe mettere in pericolo l’intero investimento.

Un altro problema è il regolamento del processo di credito con la banca per garantire l’ipoteca. Più persone sono coinvolte in questo processo, più il mutuo diventa complesso. Potenzialmente ci potrebbero essere problemi di divisibilità tra le parti, cioè, se uno degli investitori è inadempiente nei pagamenti il resto dovrà coprirli, o la banca prenderà la proprietà.

Più complicazioni sorgono, più piccolo è l’universo d’investimento. Se non avete il capitale avrete bisogno di un investimento minore e se non conoscete il mercato, diventa più costoso fare la ricerca o trovare qualcuno che la faccia per voi. Il desiderio di diversificare il tuo investimento attraverso i mercati di diversi paesi aggiunge ulteriori vincoli al processo.

Inoltre, ogni investitore avrà un dovere di responsabilità verso gli altri investitori. Qualcuno dovrà occuparsi delle bollette, della manutenzione, della necessità di trovare gli inquilini giusti per la proprietà e così via, i proprietari immobiliari sanno che questo non è così semplice. In alternativa, puoi pagare qualcuno che lo faccia per te, ma questo inciderà sui tuoi profitti.

Come appena spiegato sopra, l’investimento in beni immobiliari è quindi rigido e illiquido. La tokenizzazione aggiunge una nuova dimensione al processo descritto sopra. La tokenizzazione trasforma il processo di investimento rendendolo flessibile e accessibile a tutti. Come descritto in “Cos’è l’asset tokenization?”, la tokenizzazione comporta la divisione di una proprietà in diverse parti con gli stessi diritti e valore, in centinaia o anche migliaia di pezzi.

La tokenizzazione risolve tutti i problemi/questioni descritte sopra. Non c’è bisogno di tanto capitale per poter investire in beni immobiliari, poiché ogni bene è diviso in molti pezzi, ognuno con lo stesso valore e diritti. Hai bisogno di molto meno capitale per acquisire uno di questi pezzi o token.

Poiché il processo è completamente automatizzato, non c’è bisogno di preoccuparsi di trovare tutti gli investitori rimanenti, questo è fatto da Brickken che fa la tokenizzazione. Dal momento che il processo è conforme alla legge, non c’è bisogno di preoccuparsi di chi sono gli investitori rimanenti. Ognuno avrà gli stessi diritti, ma anche gli stessi obblighi, e se qualcuno di loro viola i propri obblighi, Brickken interverrà e costringerà questo investitore a rispettare i propri doveri o altrimenti saranno intraprese le opportune azioni legali. Questo vale anche per l’entità che riceve il finanziamento, in caso di mancato pagamento o di violazione dei suoi obblighi, Brickken avvierebbe un’adeguata azione legale.

Brickken e il suo processo di tokenizzazione degli asset facilita la liquidità nel mercato immobiliare permettendo a nuovi investitori di entrare nel gioco, proteggendo il processo dall’inizio alla fine. Come tale, ci consideriamo la nuova era dell’investimento.

Conclusione

Come affermato in questa pubblicazione, l’obiettivo finale di Brickken è quello di aprire nuovi mercati al mondo. Possiamo farlo solo essendo trasparenti, ed è per questo che abbiamo creato questo whitepaper, in modo che chiunque possa capire chi siamo, come eseguiamo la tokenizzazione degli asset e come proteggiamo gli investitori e i proprietari degli asset.

La nostra esperienza combinata ci ha permesso di creare questo servizio all’avanguardia, che rivoluzionerà il settore finanziario diventando una nuova possibilità di finanziamento per diversi progetti, ma anche permettendo a chiunque di ottenere plusvalenze in modi che anteriormente non sembravano possibili.

Abbiamo iniziato questo viaggio con una solida struttura che copre gli aspetti finanziari, legali e tecnologici della tokenizzazione degli asset. Continueremo a rispettare sempre i nostri obblighi, analizzando profondamente i diversi settori in cui parteciperemo ed essendo aggiornati in tecnologia e legalità, in modo da poter rimanere una fonte fidata, aggiornata e sicura, in cui possono avvenire le Security Token Offerings.

Brickken è la combinazione della squadra adeguata, la rete e i partner corretti, con una conoscenza ed esperienza solida in diversi ambiti che gli permetterà di forgiare la nuova era degli investimenti.

Download Whitepaper

A whitepaper is an authoritative report or guide that informs readers concisely about a complex issue and presents the issuing body’s philosophy on the matter. It is meant to help readers understand an issue, solve a problem, or make a decision.

Brickken has created this whitepaper to educate its audience regarding Security Token Offerings, its current situation, legality, and issues that need to be tackled to allow companies to self-crowdfund using Brickken’s technology and know-how, in a decentralized ecosystem. This whitepaper embodies Brickken’s values and vision and provides a theorical and practical approach as to how it will scale the use of Security Token Offerings, to make tokenization a viable alternative financial instrument to be used by companies, and mechanism for investors to generate passive income.

WHITEPAPER

Download Whitepaper

A whitepaper is an authoritative report or guide that informs readers concisely about a complex issue and presents the issuing body’s philosophy on the matter. It is meant to help readers understand an issue, solve a problem, or make a decision.

Brickken has created this whitepaper to educate its audience regarding Security Token Offerings, its current situation, legality, and issues that need to be tackled to allow companies to self-crowdfund using Brickken’s technology and know-how, in a decentralized ecosystem. This whitepaper embodies Brickken’s values and vision and provides a theorical and practical approach as to how it will scale the use of Security Token Offerings, to make tokenization a viable alternative financial instrument to be used by companies, and mechanism for investors to generate passive income.

WHITEPAPER

Meet the Brickkeneers